CARRELLO
il carrello è vuoto
Nuovo cliente? Registrati
inchiostri di china cinese
In Cina l'inchiostro esiste in forma di bastoncini solidi, che vengono strofinati lievemente su di una pietra incavata che serve a stemperarlo. È anche venduto in altre forme: imitazioni di lingotti d'argento, per esempio, o statuette, come quelle degli Otto Immortali del taoismo. Questi bastoncini sono spesso iscritti o decorati con temi divisi in serie, come quella che tratta dei vari stadi della fabbricazione del cotone, o quella che raffigura gli antichi giardini imperiali di Pechino. Quest'inchiostro famoso e inalterabile viene fabbricato a partire dal nerofumo, fuliggine del legno di pino e della corteccia del frassino, resa compatta tramite l'aggiunta di una colla di cuoio, mescolata a olio di sesamo o di tong (una pianta oleacea, l'Aleurite fordii). Ad alcuni inchiostri di qualità vengono incorporati degli additivi, come muschio, canfora del Borneo, e perfino polvere d'oro, che conferiscono il profumo e l'intenso colore corvino, con particolari riflessi. Sui bastoncini d'inchiostro del tempo che fu, delle iscrizioni precisavano: "Colla leggera, 10.000 colpi di pestello... o 100.000 colpi!" L'inchiostro più apprezzato dai cinesi proviene dal sud dell'Anhui, dal distretto di She (She Xian), vicino al Huang Shan (Montagna Gialla), dove crescono pini e abeti resinosi; ma l'inchiostro di Huizhou - i famosi bastoncini huimo - nello Hunan, fa a gara con questi in quanto a fama. I bastoncini modellati dell'Anhui, hanno fama d'essere "duri come il giaietto e venati come il corno del rinoceronte". Si sono fatti valere da più di mille anni.
 
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY.
Cliccando sul pulsante acconsenti all’uso dei cookie.