CARRELLO
il carrello è vuoto
Nuovo cliente? Registrati
tecniche grafichecalcografia incisionetorchi calcografici
ABIG - TORCHIO CALCOGRAFICO 50X70 CM - ART.172500 - CON RIDUTTORE PER FACILITARE L' AVANZAMENTO - FELTRO COMPRESO - 36 KG
— cod. 17685
— N.B. articolo con costo addizionale di spedizione (peso/volume)
Disponibile in 5/7 giorni
€ 1.290,00€ 1.180,00 (IVA esclusa)

 

- Rullo Inferiore 80 Mm ,larghezza 500 Mm, lunghezza di Stampa Tavola 700 Mm Regolazione Pressione Direttamente Al Rullo Superiore Fino a 1000 Kg - Peso: 36 Kg

Informazioni tecniche:

-Stampa, superiore rullo / Roll inferiore Ø 80 mm

-Larghezza 500 mm,

-Lunghezza di stampa tavola 700 mm,

-Cambio, rapporto 2.2:1 su rullo inferiore con maniglia a croce,

-Regolazione pressione direttamente al rullo superiore da maniglie a forma di stella su ogni estremità fino a 1000 kg

-Passaggio superiore/inferiore roll 18 mm (su speciale richiesta fino a 40 mm),

-Stampa piastra Multiplex con 2, 5 mm zincato in lamiera d'acciaio

-montato su compensato, spessore 22 mm

-Stampa sentiva 490 x 900 mm, 5 mm spessore incluso

-Peso: 36 kg

 

Il torchio calcografico è uno strumento per la stampa calcografica. Viene descritto ed illustrato nell'Encyclopédie di Diderot e d'Alembert e la struttura e le modalità di impiego sono ancora le medesime. Una struttura robusta supporta due rulli, uno dei quali nei torchi tradizionali viene mosso da una tradizionale ruota a stella, mentre l'altro serve a dare la pressione. Tra i due, è inserita una lastra piana, trascinata dalla rotazione del rullo, sulla quale è stata appoggiata la lastra incisa inchiostrata, la carta inumidita, e del feltro per distribuire la pressione. Il foglio stampato, a seconda del metodo utilizzato nella stampa e/o per la creazione della lastra inchiostrata, può essere una stampa, un'acquaforte o acquatinta o bulino o incisione. Una buona stampa richiede una forte pressione specifica, e pertanto nel passato si sono utilizzati torchi calcografici con gigantesche strutture di legno, mentre attualmente si possono utilizzare anche torchi considerevolmente più piccoli, per mezzo dell'impiego di molle a tazza: un vantaggio aggiuntivo è che sono facilmente regolabili e permettono risultati ottimi, mentre la regolazione mediante spessori nei torchi tradizionali poteva rivelarsi un'impresa.







CONDIVIDI
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY.
Cliccando sul pulsante acconsenti all’uso dei cookie.