CARRELLO
il carrello è vuoto
Nuovo cliente? Registrati
bolo per doratura
Preparazione e applicazione del bolo: il bolo va allungato con la colla di coniglio. Deve essere sciolto a bagnomaria in una soluzione di acqua e colla di coniglio, nelle seguenti proporzioni:300 gr. di bolo, 1 litro di acqua, 100 gr. di colla di coniglio, fino a che non prende una consistenza leggera, tipo latte, fluida ma non acquosa. Va passato caldo sulla superficie del gesso con una pennellata decisa e leggera, senza lasciare striature. Si consiglia di utilizzare un pennellino di martora.Se il bolo è diluito nella giusta proporzione basta anche una sola passata (non si deve vedere il fondo bianco del gesso), altrimenti dopo circa 4 ore si può passare una seconda mano, cercando di non aumentare di troppo lo spessore dello strato che porterebbe ad un'inevitabile distacco dell' oro e del bolo in fase di brunitura. Si faccia in proposito molta attenzione agli accumuli di bolo nelle cavità degli intagli o negli angoli delle cornici da dorare. Il modo migliore di vedere se il bolo è sufficientemente asciutto, consiste nel passare leggermente, con la parte superiore dell'unghia, per vedere se si lucida in un angolo nascosto. Solitamente la completa asciugatura avviene in poche ore, dipende comunque dall'umidità dell'ambiente e dalla stagione dell'anno in cui si lavora. Una volta constatato il grado di asciugatura del bolo si inizia la penultima fase, la più emozionante, la posa in opera dell' oro in foglia.
 
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY.
Cliccando sul pulsante acconsenti all’uso dei cookie.