CARRELLO
il carrello è vuoto
Nuovo cliente? Registrati
confezioni gessi morbidi
La nascita del gessetto in realtà risale al pastello. Usato nel XV e XVI secolo per rifinire a colore gli schizzi realizzati con altri strumenti, il pastello raggiunse la sua più grande diffusione nel Settecento. La tecnica era utilizzata principalmente per la realizzazione di ritratti di piccolo formato. Il procedimento di stesura del pastello, simile a quella del gessetto, fu particolarmente apprezzato dai pittori impressionisti che, non di rado, lo utilizzavano insieme alle matite colorate e all’acquerello. Il pastello come il gessetto è molto pratico: non richiede di essere diluito con acqua, né steso con pennelli, e per questo è uno strumento di facile e pratico utilizzo.
I gessetti sono bastoncini lunghi a sezione rettangolare, quadrata o cilindrica costituiti da terre pigmentate unite a sostanze gommose. La loro forma permette notevoli variazioni di tratto semplicemente inclinando la mano. Si ottengono linee sottili se utilizzati di taglio, linee larghe e spesse se utilizzati di piatto.
Si possono trovare in commercio in molti colori e possono essere sfumati con facilità con l’ausilio di uno sfumino o semplicemente con le dita. Una volta terminato il lavoro si dovranno fissare i colori con l’apposito spray. I colori sono molto volatili e friabili, anche se hanno il pregio che si mantengono inalterati nel tempo. Si può disegnare su qualsiasi superficie, anche se il supporto più idoneo da usare è la carta. Ovviamente la rugosità della superficie che viene usata consente di ottenere effetti diversi. I gessetti si possono usare facendo rapidi schizzi o sfumandoli delicatamente per ottenere un effetto più pittorico. Alcuni artisti (i Madonnari) li usano in manifestazioni estemporanee e dipingono sopratutto sui marciapiedi o sull'asfalto.?Il loro lavoro produce un risultato di grande qualità per mezzo di una tecnica, che è frutto di un notevole esercizio e di una lunga esperienza, anche se spesso i loro soggetti sono ripetitivi.?Purtroppo questi lavori per la loro modalità di esecuzione e per i posti dove vengono realizzati, quasi sempre vanno perduti.
 
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY.
Cliccando sul pulsante acconsenti all’uso dei cookie.